AREE  ARCHEOLOGICHE-BIBLIOTECHE-CASTELLI-MUSEI-PALAZZI-SANTUARI-TEATRI-VILLE

 

AILANO - CE

ALIFE - CE -

legenda :

vuole che l'antica ALLIPHAE sia stata fondata da Eracles, generale degli Arcadi o da Enea, mitico eroe troiano .

antica denominazione :

fondata dagli Osci nel V° sec. a.C., il nome deriverebbe dal termine osco "allibo" , cioè ulivo per la presenza di numerosi uliveti. Nel 326 a.C. la città venne conquistata e distrutta dai romani che sullo stesso luogo ricostruirono un nuovo centro, "ALLIFAE".

frazioni :

ALIFE - CE - anfiteatro

romano, è stato individuato grazie a riprese aeree, tale monumento era conosciuto grazie a due epigrafi rinvenute in città che narravano di giochi, gladiatori e di belve.

ALIFE - CE - biblioteca

ALIFE - CE - cappella : Sant'Antonio abate - via Santa Maria, 191

con affreschi

ALIFE - CE - castello : delle torri

ALIFE - CE - chiesa : cattedrale dell'Assunta - piazza Vescovado

nella facciata sono due epigrafi, una delle quali ricorda M. Granio M. F. Urbano, esponente di una ricca famiglia alifana.  La cripta della chiesa sorge su un'aula termale romana della quale si osserva parte del pavimento con le tipiche "suspensurae".

ALIFE - CE - chiesa : cattedrale di San Sisto

riedificata nel secolo XII, portale del secolo XII, in essa troviamo :  

*due archivolti scolpiti in pietra con figure, provenienti da portali più antichi, l'uno murato presso il fonte battesimale e l'altro in pezzi nel pianterreno del campanile,

*cripta del secolo XI costruita con elementi frammentari

*colonne ed antichi capitelli di varie forme di cui due di età medioevale, anteriori al secolo XI,

*campanile con iscrizioni romane nel cornicione e nella base

*due leoncini in pietra del secolo XII, all'ingresso del cortile attiguo.

ALIFE - CE - circo

ALIFE - CE - criptoportico : romano - via Criptoportico

resti, costruito con pianta su tre bracci rettangolari collegati, lo spazio interno suddiviso in due navate da una fila di trentuno pilastri che soreggono volte semi-ogivali. 

costruzione a pianta rettangolare, composta di due ambienti separati da un muro in cui si aprono 30 archi illuminati da 21 finestrini quadrati.

ALIFE - CE - fontana

ALIFE - CE - mausoleo (I° secolo d.C.) : Acilii - Glabrioni

trasformato nel corso del duecento in chiesa di San Giovanni Gerosolimitano e poi in chiesa ai Caduti (1924).

Diversi restauri negli anni trenta, ad opera del Maiuri; ne hanno recuperato buona parte dell'antica struttura. L'interno è una pianta circolare rivestito di grandi blocchi calcarei squadrati, con otto nicchie rettangolari alle pareti e lo strato di interro di circa un metro non consente di godere appieno del senso originario dello spazio interno, concepito come una sfera perfetta di circa nove metri di diametro. 

ALIFE - CE - mura : di cinta di epoca romana con quattro porte e torri

ALIFE - CE - museo : archeologico dell'antico Allifae

ALIFE - CE - necropoli - località Conca d'Oro

scavata nel 1880 da Giacomo Egg.

ALIFE - CE - necropoli : località Croce Santa Maria

scavata nel 1907

ALIFE - CE - porta : Napoli

ALIFE - CE - porta : Piedimonte

ALIFE - CE - porta : Roma

ALIFE - CE - porta : Volturno 

ALIFE - CE - santuario : Santa Maria delle Grazie.

ALIFE - CE - sculture - in deposito nella casa comunale

provenienti dall'antica Cattedrale, un leone del secolo XII ed un sarcofago.

ALIFE - CE - sepolcro : via Campisi

di epoca romana, detto il Torrione, presso l'antica via Latina, creduto della famiglia Fudia, costituito da basamento a pianta quadrata con soprastante muratura a forma di cono tronco.

ALIFE - CE - teatro : romano

risalente all'età sillana e successivamente restaurato nel corso del I° secolo d.C.

ALIFE - CE - taverne : piazza O. Michi

di epoca romana, probabilmente del periodo degli Antonini, scoperta nel 1836.

ALIFE - CE - terme -

romane, costruite dal console Manlio Acilio Glabrione e riedificate da Fabio Massimo.

ALVIGNANO - CE -

antica denominazione : nei pressi dell'attuala A., è sita l'antica CUBULTERIA descritta con molti nomi, Kupelternum, Combulteria, Cumpulteria, Cultere, Cornelli.

antica popolazione

frazioni :

ALVIGNANO - CE - biblioteca

ALVIGNANO - CE - chiesa : Santa Maria di Cubulteria.

Dedicata a San Ferdinando d'Aragona, ed edificata sulle rovine di un tempio pagano. 

ALVIGNANO - CE - tombe

romane nel territorio dell'antica Cubulteria.

ALVIGNANO - CE - fontana

ARIENZO - CE -

La città pare essere stata fondata sulle rovine della vecchia Suessola, incendiata (anno 880), dai Saraceni durante la guerra contro i Principi longobardi.  I suessolani per sottrarsi all'ostilità si rifugiarono sul monte Argentario, trovando in questo luogo una fortezza longobarda, poi distrutta da Ruggiero II, alla vigilia del suo rientro in Sicilia, nel 1135 e i cui ruderi sono ancora visibili. 

antica denominazione :

1° tesi - il Rohlf vede nel toponimo il nome di un antico gentilizio romano ARGENTUS,

2° tesi - nome di di un'antica città osca, ARUNTIA o ARUNTIUM. 

frazioni :

ARIENZO - CE - biblioteca

ARIENZO - CE - castello : situato sul monte Argentario

la fortezza longobarda fu distrutta da Ruggiero II, si ritiene che sia una trasformazione della ara o tempio consacrato a CYNTIAE (Cinzia - Diana) dea della caccia.

ARIENZO - CE - chiesa : dell'Annunziata

costruita prima del 1550 e restaurata nel 1603, con soffitto in legno dorato con quadri, marmi colorati e pitture, stalli del coro intagliati in noce, monumenti sepolcrali dei secoli XVII XVIII, armadi di noce con rosoni dorati in sacrestia.

ARIENZO - CE - fontana

ARIENZO - CE - palazzo : Carfora

ARIENZO - CE - palazzo : Puoti

ARIENZO - CE - porta : est (distrutta)

ARIENZO - CE - porta : ovest (distrutta)

ARIENZO - CE - terra : Murata, rappresenta il nucleo più antico dell'attuale comune, essa si compone di di 16 insulae distribuiti su tre decumani e 7 cardi.

ARIENZO - CE - valle di Suessola

ARIENZO - CE - palazzo : vescovile - Largo Sant'Alfonso.

Risalente al '500, qui visse per nove anni dal 1766 al 1775, S. Alfonso Maria de' Liguori, vescovo di Sant'Agata dei Goti dal 1762 al 1775.  Nell'edificio è ubicata la cappella di S. Alfonso, ed in essa sono conservati alcuni ricordi ed alcune reliquie.

ARIENZO - CE - villa : romana del III° / I° secolo a.C., detta di "Cocceio", scoperta il 1961 in frazione Costa.

AVERSA - CE

antiche denominazioni

frazioni :

AVERSA - CE - archivio : De Santis

AVERSA - CE - biblioteca : Centro Ricerche e studi sulla Psichiatria c/o ospedale psichiatrico Santa Maria Maddalena.

AVERSA - CE - biblioteca : facoltà di Architettura ed ospitata nel Monastero di San Lorenzo a Septinum.

AVERSA - CE - biblioteca : Parente Gaetano - via Federico Santulli (pal. Gaudioso)

fondata nel 1876 .

AVERSA - SA - biblioteca : Seminariale Paolo VI, con sede nel Seminario Vescovile.

AVERSA - CE - casa natale : Cimarosa Domenico

AVERSA - CE - casa natale : Jommelli Niccolò

AVERSA - CE - castello : via Roma (tracce) -

angioino

legenda :

la regina Giovanna I fu sospettata di aver fatto qui assassinare, nella notte del 18 settembre 1345 il marito.

AVERSA - CE - fontana.

AVERSA - CE - museo : "Storia militare"

AVERSA - CE - palazzo : Azzolini

AVERSA - CE - palazzo : Candia

AVERSA - CE - palazzo : Cappabianca - Capone

AVERSA - CE - palazzo : d'Ausilio - Pozzi

AVERSA - CE - palazzo : De Fulgore

AVERSA - CE - palazzo : Gaudioso  - via Federico Santulli

AVERSA - CE - palazzo : Golia - via Seggio

AVERSA - CE - palazzo : del Tufo

AVERSA - CE - palazzo : Masola - Bonavita

AVERSA - CE - palazzo : Monticelli - Della Valle duchi di Ventignano

AVERSA - CE - palazzo : Motti

AVERSA - CE - palazzo : Pacifico - Lucarelli

AVERSA - CE - palazzo : Parente - via Gaetano Parente, 2

AVERSA - CE - palazzo : Saporito

AVERSA - CE - palazzo : Ventignano

BAIA e LATINA - CE - biblioteca

BAIA e LATINA - CE - fontana

BELLONA - CE -

antica denominazione -  il suo nome deriva da un tempio dedicato alla dea pagana della guerra, Bellona, moglie del dio della guerra Marte, in località Casale.

frazioni :

BELLONA - CE - biblioteca

BELLONA - CE - cappella : della Santella (1870) - largo Santella

edificata dalla Congrega della Santella di Capua che in quelle vicinanze aveva un feudo, custodisce un antico dipinto della Madonna delle Grazie

BELLONA - CE - cappella : San Michele (1776) - via XX Settembre

edificata dalla famiglia Silvagni, in essa è custodita un'artistica statua dell'arcangelo San Michele, risalente al 1721.

BELLONA - CE - casa : Il Mandrone (1262) - via Nazario Sauro

distrutta.

BELLONA - CE - castello : sul colle Palombara (distrutto)

BELLONA - CE - fontana

BELLONA - CE - fonti : in località Triflisco

BELLONA - CE - mausoleo : ossario

per ricordare l'uccisione avvenuta il 07 ottobre 1943 per mano nazista, di 54 persone. 

BELLONA - palazzo : Rossi (1746) - via Alberto Sorrentino

abbellito da un artistico portale in travertino di Bellona.

BELLONA - CE - ponte : Annibale, costruito nella 2° guerra punica sul fiume Volturno.

BELLONA - CE - ponte : rotto

BELLONA - CE - tempio : dedicato alla Dea Bellona - contrada Casale

distrutto

tempietto del diametro di cinque metri.  Il sacerdote mentre celebrava il rito pagano in suo onore, il popolo restava fuori del tempietto per assistere ai sacrifici di giovani animali sull'altare, al termine i soldati bagnavano le loro lance nel sangue inneggiando alla dea.  L'incuria degli agricoltori di quel tempo, distrusse i resti della costruzione che era un'antica testimonianza storica.

BELLONA - CE - tempio : dedicato a Mercurio - località Merculone

di epoca romana (distrutto).

BELLONA - villa (II° secolo a.C.)

realizzata su tre livelli a cui la fantasia popolare ha attribuito il nome di "Camarelle delle fate"

BELLONA - CE - terme - frazione Triflisco

CAGGIANO - CE - castello

CAGGIANO - CE - fontana

CAGGIANO - CE - grotte : dello Zachito

CAIANIELLO - CE -

antica denominazione : Il nome deriva dal latino, ed in particolare dal diminutivo del nome di persona CAIANUS, che è a sua volta una derivazione di CAIUS con l'aggiunta del suffisso ANUS che denota appartenenza.

frazioni :

CAIANIELLO - CE - biblioteca

CAIANIELLO - CE - fontana

CAIAZZO - CE -

antica denominazione - KAHATA, KAIATA, KAIATIA, CAIATIA.

frazioni :

CAIAZZO - CE - biblioteca

CAIAZZO - CE - castello

CAIAZZO - CE - fontana

CAIAZZO - CE - mura : poligonali osco - sannita risalenti al VIII secolo a.C., oggi fondamenta di un castello.

CAIAZZO - CE - museo : civiltà contadina e delle tradizioni popolari

CAIAZZO - CE - palazzo : Egizi

CAIAZZO - CE - palazzo : Mazziotti

CAIAZZO - CE - palazzo : Savastano

CAIAZZO - CE - piramide

CAIAZZO - CE - tempio : Venere

CALVI RISORTA - CE -

antica denominazione : CALES

antica popolazione : Ausoni e Romani

frazioni :

CALVI RISORTA - CE - anfiteatro : romano

CALVI RISORTA - CE - area : archeologica di Cales - via Cales - tel.: 0823.65.25.33

CALVI RISORTA - CE - biblioteca

CALVI RISORTA - CE - castello : aragonese (IX secolo)

a pianta quadrata nella frazione di Calvi vecchia con torri cilindriche angolari. 

CALVI RISORTA - CE - cattedrale : romanica di San Casto (XI secolo).

CALVI RISORTA - CE - cinta : muraria

CALVI RISORTA - CE - dogana : borbonica

piccola costruzione a pianta quadrata con cupola ribassata.

CALVI RISORTA - CE - fontana

CALVI RISORTA - CE - palazzo : Mirra (1768)

CALVI RISORTA - CE - santuari

CALVI RISORTA - CE - terme : romane

CAMIGLIANO - CE

antica denominazione

frazioni :

CAMIGLIANO - CE - biblioteca

CAMIGLIANO - CE - fontana

CAMIGLIANO - CE - grotta : San Michele, ricca di stalattiti e stalagmiti.

CAMIGLIANO - CE - santuario : di Leporano in frazione Leporano

CANCELLO e ARNONE - CE

antica denominazione

frazioni :

CANCELLO e ARNONE - CE - biblioteca - via Domenico Morelli, 75

CANCELLO e ARNONE - CE - fontana

CAPODRISE - CE -

antica denominazione : CAPUTRISE in campano, già esistente da prima della dominazione romana, Capodrise viene menzionata per la prima volta nel 1113 una pergamena in cui l'arcivescovo di Capua, in occasione della costituzione della diocesi di Caserta, assegna a quest'ultima anche le parrocchie di Sant'Andrea e San Donato, in località “Capitrisio”.  A partire dal 1307, Capodrise viene indicata non più come “loco”, cioè come semplice agglomerato di abitazioni, ma come “villa”. In tali documenti venivano citati anche cognomi ancora presenti nel comune.  Intorno al 1400 diventa “Università”, non intesa nell'attuale significato del termine, ma come parte di un territorio in cui l'amministrazione interna viene affidata alla stessa e non dipende più da ufficiali nominati dai regnanti.  Nel 1494 risulta aggregata alla giurisdizione feudale di Acerra e a quella demaniale di Capua, sotto il dominio degli aragonesi.  Nel 1499 Federico d'Aragona, è costretto a vendere, per ragioni economiche, a Ferdinando di Cardenas il contado di Acerra con le pertinenze ”Terre Laberis”, fra cui il casale “De Capoderisii”. Con il subentrare della dominazione spagnola anche Capodrise viene impoverita ancora di più e la situazione peggiora da calamità naturali ed epidemie come il terremoto del 1538 e la peste del 1527 e del 1556. In quest'anno, nel solo mese di luglio, a Capodrise muoiono 50 persone fra cui il parroco Don Giacomo De Filippo, sepolto nella piccola chiesa di Sant'Antonio Abate, dove tuttora si trova.  Nel 1738, dopo trent'anni di dominio sul regno di Napoli, gli austriaci vengono cacciati dagli spagnoli i quali, con le loro scorrerie infestano le contrade locali tanto è vero che, negli anni successivi, a Capodrise trovano alloggio molti soldati con grave disappunto dei proprietari delle abitazioni. Dopo varie proteste, questi vengono risarciti con un piccolo compenso.  Con l'avvio dei lavori di costruzione della reggia di Caserta, Capodrise diventa luogo di passaggio quando i reali, con il loro seguito, raggiungono tale dimora. Ciò comporta però, per la popolazione locale, nuove spese per la manutenzione dei tratti di strada che collegano Capodrise a Caserta, a dimostrazione del fatto che per gli abitanti del paese la nascita del nuovo regno di Carlo III, non porta sostanziali cambiamenti nel tenore di vita. Si ha testimonianza, però, anche del fatto che i cittadini iniziano ad organizzarsi contro i soprusi, infatti alla fine del XVIII secolo Capodrise paga un proprio procuratore, a Napoli e a Capua, per le liti che sorgono tra l'università, la corte ed i cittadini.  Il 13 settembre 1784 Vincenzo Lunardi, alla presenza del re Ferdinando IV e della consorte Maria Carolina d'Asburgo - Lorena, parte da Napoli su una mongolfiera per raggiungere il territorio pontificio. Rimane in volo per un'ora raggiungendo circa seimila piedi di altezza, ma poi, per un guasto, è costretto ad atterrare e il suo volo finisce proprio a Capodrise.  Agli inizi del XIX secolo, durante il regno di Giuseppe Napoleone prima e di Gioacchino Murat poi, si procedette all'ammodernamento dello stato con diverse leggi importanti, prima fra tutte il provvedimento del 6 agosto 1806 relativo all'eversione della feudalità, con il quale si sopprimono le giurisdizioni baronali. Con la riforma degli organismi locali, quindi, nel 1809, Capodrise diventa comune e viene eletto sindaco Giovanni Testa.  Nel periodo dopo la sconfitta di Napoli e ilcongresso di Vienna a Capodrise si registra una lieve crescita demografica, ma l'economia rimane prevalentemente legata alla coltura dei cereali e della canapa ed iniziano le attività di filatura e tessitura di tale prodotto. Tuttavia cambia ben poco sul piano economico e sociale; gran parte della popolazione vive in miseria e quindi si assiste anche al fenomeno dell'emigrazione.  Nella prima metà del Novecento alla coltura della canapa si alterna anche quella del grano, dei fagioli e del mais per non impoverire troppo il terreno. La maggioranza delle terre è però in mano a pochi possedimenti terrieri, mentre il resto della popolazione è costituita da braccianti, quasi tutti analfabeti, che vivono una vita di stenti e miseria. Di conseguenza anche le botteghe artigiane presenti sopravvivono a malapena.  Durante il regime fascista il comune di Capodrise nel 1928 viene soppresso ed annesso a quello di Marcianise; gli uffici vennero smantellati e molti documenti andarono persi.

frazioni :

CAPODRISE - CE - biblioteca

CAPODRISE - CE - fontana

CAPRIATI a VOLTURNO - CE

frazioni :

CAPRIATI a VOLTURNO - CE - biblioteca

CAPRIATI a VOLTURNO - CE - fontana

CAPUA - CE

antica denominazione : CAPUA (IX secolo a.C.), antica o arcaica, nell'anno 841, nel corso di una lotta per la successione al ducato di Benevento, il principe Radelchi I (principe longobardo), assoldò una banda di saraceni, comandata dal berbero Halfun, contro Landolfo, conte di Caserta, i mercenari al soldo di Radelchi saccheggiarono e distrussero l'antica Capua (attuale Santa Maria Capua a Vetere) così da costringere la popolazione alla fuga.  Ella si rifugiò prima a Sicopoli (villaggio ai piedi del monte Triflisco) per poi (856 d.C.) a stabilirsi su un'ansa del fiume Volturno, sul luogo dove aveva sede il porto fluviale di Capua antica, CASILINUM e così venne costituita la "nuova CAPUA" corrispondente quindi all'attuale CAPUA.

frazioni :

Sant'Angelo a Formis

Palombara : perché rifugio dei colombi che nel tempo avevano abitato i resti della chiesa del paese.   

Sicopoli - 841 eretta dai Longobardi  - 856 distrutta dai Saraceni - denominata così in onore del vescovo Sicone, sita sul monte Palombara, al di là del ponte di Annibale, tra Triflisco e l'attuale nt'Angelo in Formis

CAPUA - CE - chiesa - basilica : Sant'Angelo in Formis - via Luigi Baia, 120

nei documenti, l'edificio è indicato come ad "arcum Dianae" (presso l'arco di Diana), in quanto sorgeva al di sopra dei resti del tempio dedicato a questa divinità.  I resti del tempio furono rinvenuti nel 1877.

CAPUA - CE - biblioteca

CAPUA - CE - castello : delle pietre o dei Principi normanni (1062), le pietre sono provenienti dall'anfiteatro di Capua

CAPUA - CE - castello : di Carlo V, voluto dall'imperatore Carlo V e costruito tra il 1542 ed il 1552, al posto di una fortezza longobarda, attualmente è una caserma dell'esercito.

CAPUA - CE - cimitero : garibaldino

ospita i caduta garibaldini dell'assedio di Capua del 1860.

CAPUA - CE - fontana

CAPUA : lapide sepolcrale : di Arniperga - in fraz. Palombara

moglie del conte Pandone

CAPUA - CE - museo : Campano

in esso insiste la biblioteca

CAPUA - CE - museo : DAMA - via Asilo Infantile

CAPUA - CE - ponte : Annibale

romano, restano visibili solo le testate del ponte, sorge forse sul luogo dove si trovava il ponte utilizzato dall'esercito cartaginese per attraversare il fiume durante la seconda guerra punica e conquistare Capua (216 a.C.)

CAPUA - CE - porta : Napoli, costruita tra il 1577 ed il 1582, su progetto dell'architetto capuano Ambrogio Attendolo.

CAPUA - CE - teatro : Ricciardi

CAPUA - CE - tempio : Diana Tifatina

dal nome del monte, di esso si conservano alcuni reperti nel museo Campano in Capua.

Sui resti del tempio, venne edificata una chiesa, mantenendo parti del basamento nonché riutilizzando le colonne romane per dividere le navate.

CAPUA - CE - torri : di Federico II, sono visibili solo le basi delle due torri.

CARINARO - CE - bi

CARINARO - CE - fontana

CARINOLA - CE

antica denominazione :

frazioni :

* Casale di Carinola

* Casanova

* Nocelleto di Carinola

* San Bartolomeo

* San Donato

* San Ruosi - Ceraldi

* Sant'Anna

* Santa Croce

* Ventaroli - con ruderi romani è ciò che resta dell'abitato di Forum Claudi, composto dalforo, dalle mura e presso

CARINARO - CE - chiesa : basilica - Santa Maria in Foro Claudio detto anche Episcopio

ricorda la basilica di Sant'Angelo in Formis.  La chiesa è probabilmente costruita su resti romani o paleocristiani come dimostrano gli inserti murari a listelli di tufo e mattoni nella parte basamentale.

CARINOLA - CE - biblioteca

CARINOLA - CE - castello

CARINOLA - CE - fontana

CARINOLA - CE - palazzo Novelli (XV secolo)

CASAGIOVE - CE

CASAGIOVE - CE - biblioteca

CASAGIOVE - CE - fontana

CASAGIOVE - CE - tempio : Giovwe

CASAL di PRINCIPE - CE - biblioteca

CASAL di PRINCIPE - CE - fontana

CASAL DI PRINCIPE - CE - museo itinerante dal 21 giugno al 21 ottobre 2015 : don Peppe Diana - via Urano

CASALUCE - CE - biblioteca 

CASALUCE - CE - fontana

CASALUCE - CE - santuario : Santa Maria ad Nives -

CASAPULLA - CE - biblioteca

CASAPULLA - CE - fontana

CASERTA - CE

antica denominazione :

frazioni :

* Aldifreda

* Caserta vecchia

* Casola

* Casolla

* Centurano

* Ercole

* Falciano

* Garzano

* Mezzano

* Piedimonte di Casola

* Pozzovetere

* Puccianiello

* Sala

* Sala di Caserta

* San Benedetto

* San Clemente

* San Clemente di Caserta

* San Leucio

* Santa Barbara

* Sommana

* Staturano

* Tredici

* Tuoro

* Vaccheria

CASERTA - arco : Trionfo

costruito in epoca fascista per ricordare i caduti della 1° guerra mondiale.

CASERTA - archivio : real casa

CASERTA - biblioteca : Provinciale - via Fulvio Renella, 98 - tel.: 0823.24.75.812

CASERTA - campanile - frazione Caserta vecchia

CASERTA - castello - frazione Caserta vecchia

CASERTA - chiesa - San Rufo martire (XI secolo) - frazione Piedimonte di Casola

legenda

si narra che il tempio sia stato innalzato dai fedeli nel luogo in cui il santo, originario di Verona, subì il martirio da parte di sacerdoti pagani del vicino tempio di Giove Tifatino. 

CASERTA - cinema : Duel

CASERTA - duomo - frazione Caserta vecchia

CASERTA - fontana

CASERTA - museo : reggia

CASERTA - museo : arte contemporanea MAC 3

CASERTA - necropoli : situata nei sotterranei della  reggia  (V secolo a.C.). 

CASERTA - palazzo Acquaviva o Vecchio - piazza Vanvitelli

ospitò Jakob Phillip Hackert e Johann Wolfang von Goethe

oggi ospita la Prefettura e la Questura

CASERTA - palazzo "Banca d'Italia" ex "palazzo dei granili" e "palazzo del Forno"

CASERTA - palazzo del "Boschetto" - via Passionisti

CASERTA - palazzo "Camera di Commercio" (1926) - via Roma

CASERTA - palazzo : "Casa del fascio" - piazza Giacomo Matteotti

CASERTA - palazzo "Casamento della Marchesa"

già panificio militare durante il XVII secolo e pertinenza del palazzo Acquaviva

CASERTA - palazzo dei "Commestibili" - piazza G. Matteotti  conosciuta come piazza Mercato

CASERTA - palazzo "De Gregorio" (1755) - fraz. Aldifreda

trasformato in fabbrica di fiandre

CASERTA - palazzo : del "Feudo Vico" (XVII sec.)

oggi sede della Guardia di Finanza

CASERTA - palazzo Leonetti (1796) - piazza Vanvitelli

CASERTA - palazzo : Paternò (1775) - via San Carlo

CASERTA - palazzo : "Quattro colonne" (1700) - piazza Dante Alighieri

residenza dell'architetto Vanvitelli dal 1752 al 1773 anno della sua morte

CASERTA - santuario : Maria SS. Addolorata in S. Michele Arcangelo.

CASERTA - santuario : Santa Maria delle Grazie.

CASERTA - teatro : comunale 

CASERTA - teatro : Izzo - rione J. F. Kennedy - tel.: 0823.44.13.11

CASERTA - torrione (IV° sec.) - Caserta vecchia

CASERTA - villa : Vitrone - via Renella Fulvio, 66

CASTEL CAMPAGNANO - CE - biblioteca

CASTEL di SASSO - CE - biblioteca

CASTEL MORRONE - CE - biblioteca

CASTEL MORRONE - CE - santuario : di Monte Castello

CASTELLO del MATESE - CE - biblioteca

CASTELVOLTURNO - CE

antica denominazione - VOLTURNUM

CASTELVOLTURNO - CE - biblioteca

CELLOLE - CE

antica denominazione :

frazioni :

CELLOLE - CE - biblioteca

CELLOLE - CE - grotta : argento in frazione Palinuro

CERVINO - CE

frazioni :

CERVINO - CE - biblioteca

CESA - CE

frazioni :

CESA - CE - biblioteca - via Roma, 71

CESA - CE - monumento : caduti delle due guerre mondiali

esso presenta un'alta base piramidale sormontata dalla statua di un milite che sostiene con la mano sinistra una bandiera e stringe nella mano destra un ordigno.  Sul fronte sono inserite due lapidi che riportano incisi i nomi di ventinove caduti.

CIORLANO - CE

frazioni :

CIORLANO - CE - biblioteca

CIRCELLOCE

antica denominazione : Ligures Bebiani

CURTI - CE - CURTE in campano

CURTI - CE - biblioteca : piazza Repubblica, 4

info : 0823.79.96.09

CUSANO MUTRI - CE - sannita COSSA o COSSANO, distrutta secondo la narrrazione di Tito Livio, unitamente a TELERIA, MELA, FURFOLA ed ORDITANO, tutti centri abitati del circondario, nell'anno 202 a.C. dall'esercito del console Q. Fabio Massimo. 

CUSANO MUTRI -

CUSANO MUTRI - CE - castello (ruderi)

Distrutto da un'insurrezione popolare nel XVIII secolo.

CUSANO MUTRI - CE - grotta : "dei Briganti" o "Chiusa"

CUSANO MUTRI - CE - porta : di Mezzo

Divideva il paese medioevale dall'espansione quattrocentesca

DRAGONI - CE - biblioteca

FONTEGRECA - CE - santuario : Madonna dei Cipr

FORMICOLA - CE - biblioteca

FORMICOLA - CE - santuario : Santa Maria del Castello

FRANCOLISE - CE - biblioteca

FRIGNANO - CE - biblioteca

GALLO MATESE - CE - biblioteca

GALLUCCIO - CE - biblioteca

GIANO VETUSTO - CE - biblioteca

GIOIA SANNITICA - CE - biblioteca

GIOIA SANNITICA - CE - santuario : San Liberato in Santa Maria del Carmine

GRAZZIANISE - CE - biblioteca

LETINO - CE - biblioteca

LETINO - CE - santuario : Santa Maria del Castello

LIBERI - CE - antica "VILLA SCHIAVI", borgo alle dipendenze dell'abazia benedettina di San Salvatore Telesino. La denominazione deriverebbe dagli "sclavi o schiavoni" popolazione proveniente dalla Dalmazia e stanziatasi in loco come coloni del monastero benedettino. 

frazioni :

- Cese

- Merangeli

- Profeti

- Villa

LIBERI - CE - biblioteca

LIBERI - CE - villa : Cicerone - frazione Villa

LUSCIANO - CE - biblioteca

MACERATA CAMPANIA - CE - biblioteca

MADDALONI

1) si crede che il nome sia riferito al personaggio religioso Maria di Magdala, ossia la Maddalena o ad una chiesa della Maddalena,

2) il dialetto Matalune deriva dalla sostituzione della "d" in "t",

3) potrebbe derivare dal nome longobardo di persona Matalo o Madalo.

frazioni :

- Calabricito

- Case sparse

- Casino Fortini

- Crocevia dei Mnaci - Migliarese

- Galazia

- grotticella

- Grotticella - Scarfato

- Maddaloni Superiore

- Masseria Assini

- Masseria Carbone

- Masseria Grande

- Masseriola I

- Masseriola II

- Masseriola III

- Messercola

- Migliarese

- Montedecoro

- Perone

- Rinchiusa

- Sant'Eustachio

- Santa Sofia

- Sapienza

- Sauda

- Stazione ferroviaria

- Strettola I

- Strettola II

MADDALONI - CE - antro : di Matalo - borgo dei Formali

cavità artificiale utilizzata in tempi remoti per l'estrazione della pietra calcarea.

MADDALONI - CE - biblioteca

MADDALONI - CE - casino : Ducale o di "Starza Penta" o di "Starza della masseria delle Torri" - via Caudina, 313

oggi ospita il museo di "Calatia"

MADDALONI - CE - castello

MADDALONI - CE - masseria : Cetrangole - via Appia, strada di collegamento tra Maddaloni e San Nicola la Strada. Primo punto di riferimento sul condotto Carolino che dalla reggia di Caserta passa per il mulino di San Benedetto (a Caserta in via Ferrarecce) per terminare con il ponte Tavano di Maddaloni dove si unisce al Carmignano (acquedotto del seicento) e da qui raggiunge Napoli.   Sotto questa masseria, passa il condotto Carolino che attraversa il territorio di Maddaloni con i suoi numerosi torrini, del tutto simili a quello dell'acquedotto Carolino principale.   Durante la costruzione, morì (01 marzo 1773) Luigi Vanvitelli ed il figlio Carlo dovette occuparsi di completare l'opera.   La cappella di Santa Maria delle Grazie, che faceva parte della masseria, ormai non esiste più.

MADDALONI - CE - mulino ducale - borgo dei formale

realizzato alla fine del seicento con il suo acquedotto e le vasche di raccolta delle acque.

MADDALONI - CE - museo : di Calatia (archeologico) - via Caudina, 313

sito nel casino dei Carafa della Stadera

MADDALONI - CE - museo : cere - piazza della Pace, 34 ex palazzo Ducale dei Carafa di Maddaloni

                              web : www.museodellecerecaserta.it

MADDALONI - CE - santuario : San Michele Arcangelo

MARCIANISE - CE - biblioteca

MARCIANISE - CE - fontana : dei delfini - piazza Umberto I

MARCIANISE - CE - museo : della calzatura campana

MARZANO APPIO - CE - biblioteca

MIGNANO MONTE LUNGO - CE

frazioni :

- Campozillone

- Casa la Selva

- Caspoli

- Moscuso

- Passaggio Verona

MIGNANO MONTE LUNGO - CE - biblioteca

MIGNANO MONTE LUNGO - CE - castello

MIGNANO MONTE LUNGO - CE - museo : cimeli

MIGNANO MONTE LUNGO - CE - museo : storico

MIGNANO MONTE LUNGO - CE - sacrario

MONDRAGONE - CE - casa : colonica - tra monte Petrino e monte Massico

Edificio di epoca romana edificata nel III secolo a.C., essa presenta le caratteristiche di una villa specializzata nella produzione del vino, che più tardi sarà noto a Roma con il nome di "Falernum vinum".

MONDRAGONE - CE

antica denominazione - SINUESSA 

MONDRAGONE - CE - biblioteca 

MONDRAGONE - CE - mura : cinta

MONDRAGONE - CE - santuario : Madonna in Caldana

ORTA di ATELLA - CE

frazione : Casapozzano, potrebbe significare letteralmente "casa dei pozzi.  Qui troviamo la selva ove si ritiene che Virgilio abbia scritto alcune Bucoliche (egloghe esametriche con trattazione ed intonazioni pastorali, 38 a.C.) perciò detta selva è anche chiamata "giardino di Virgilio". 

PARETE - CE - biblioteca

PASTORANO - CE - biblioteca

PIANA di MONTE VERNA - CE - biblioteca

PIEDIMONTE MATESE - CE

antica denominazione : Piedimonte d'Alife fino al 1970.

PIEDIMONTE MATESE - CE - biblioteca : San Tommaso d'Aquino - via A. S. Coppola, 230/b

PIEDIMONTE MATESE - CE - museo : Alifano

fondato da Raffaele Marrocco nel 1912, in esso troviamo : manoscritti, pergamene e  spartiti musicali. 

PIEDIMONTE MATESE - CE - santuario : Madonna della Solitudine

PIEDIMONTE MATESE - CE - santuario : Maria SS. Immacolata

PIEDIMONTE MATESE - CE - santuario : Santa Maria Occorrevole

PIETRAMELARA - CE - biblioteca

PIETRAVAIRANO - CE

frazioni :

- Borgo Sant'Antonio abate

- Castagneto

- San Felice

PIETRAVAIRANO - CE - biblioteca - Paone Raffaello - via Sotto la Chiesa,1

PIETRAVAIRANO - CE - castello

in esso insiste una torre di forma cilindrica e nei sotterranei si trovano delle cisterne per accumulo di acque piovane.

PIETRAVAIRANO - CE - palazzo : Gramaldi

PIETRAVAIRANO - CE - porta : Cauto

PIETRAVAIRANO - CE - porta : Nova

PIETRAVAIRANO - CE - porta : San Sebastiano

PIETRAVAIRANO - CE - porta : Sant'Andrea

PIETRAVAIRANO - CE - porta : Vigna

PIETRAVAIRANO - CE - tempio -: monte San Nicola

PIETRAVAIRANO - CE - santuario : Santa Maria della

PRATELLA - CE

PRATELLA - CE - l'attuale abitato risale al medioevo ed era originariamente chiamata, PRATILLA.

frazioni :

PRATELLA - CE - biblioteca

PRATELLA - CE - cisterna 

PRATELLA - CE - mura : resti

PRATELLA - CE - sorgente : Jelo

le cui acque dopo un breve percorso di circa 200 metri, si riversano nel fiume Lete.

PRATELLA - CE - terme

PRATELLA - CE - tombe 

PRATELLA - CE - torri : resti in località Roccavecchia di un sito fortificato sannitico.

PRATELLA - CE - villa : romana di età repubblicana (II secolo a.C.) -  in località Mastrati.

due tombe alla cappuccina.

PRESENZANO - CE -

antica denominazione : città sannitica RUFRAE.   Il nome P. deriva dal gentilizio latino PRAESENTIUS.  La sua edificazione risale all'epoca longobarda, il primo documento che lo riguarda è del 1091 con i normanni.

frazioni :

PRESENZANO - CE - acquedotto

PRESENZANO - CE - anfiteatro romano (resti) si trova in località Taverna San Felice.

PRESENZANO - CE - biblioteca

PRESENZANO - CE - castello

per la sua costruzione sono state utilizzate le mura del recinto sannita.  Restano i ruderi di alcuni ambienti del mastio, nonché il recinto con le torri quadrate e cilindriche

PRESENZANO - CE - monumenti : funebri

PRESENZANO - CE - necropoli (VI sec.)

PRESENZANO - CE - palazzo : ducale (XVII secolo) - nei pressi di porta San Nicola.

PRESENZANO - CE - tempio (VI sec. a.C.)

RAVISCANA - CE - biblioteca

RECALE - CE - biblioteca

RIARDO - CE - biblioteca

RIARDO - CE - santuario : Santa Maria della Stella

ROCCA d'EVANDRO - CE - biblioteca

ROCCA d'EVANDRO - CE - mulino : Peccia

ROCCAROMANA - CE - biblioteca

ROCCAMONFINA - CE - biblioteca

ROCCAMONFINA - CE - museo : MAGMA

ROCCAMONFINA - CE - santuario : Santa Maria dei Lattari

ROCCHETTA e CROCE - CE - biblioteca

RUVIANO - CE - biblioteca

SAN CIPRIANO d'AVERSA - CE - biblioteca

SAN FELICE a CANCELLO - CE - biblioteca

SAN GREGORIO MATESE - CE - bi

SAN MARCO EVANGELISTA - CE - biblioteca

SAN NICOLA la STRADA - CE - biblioteca

SAN NICOLA la STRADA - CE - teatro : Plauto

SAN PIETRO INFINE - CE - biblioteca

SAN PIETRO INFINE - CE - santuario : Madonna dell'Acqua

SAN POTITO SANNITICO - CE - biblioteca

SAN PRISCO - CE - biblioteca

SAN PRISCO - CE - monumento : funerario

costituito da un grande tamburo cilindrico esterno, che racchiude un tumulo tramite diaframmi radiali e al centro, un corpo circolare di dimensioni minori.  Il tumolo esterno in opus reticulatum scandito da doppie file di mattoni, è articolato da semicolonne poggianti su plinto, rivestite di stucco e scanalate, di ordine tuscanico; tra queste si aprono alternativamente nicchie rettangolari e semicircolari, con copertura a semicolonnette pure rivestite in stucco e decorate a conchiglia.  In alto, al di sopra dell'architrave, il tamburo è completato da una fascia continua scandita da piccoli semipilastri.  Sulla sommità al di là del riempimento del terreno, un corpo centrale circolare, costituito da otto colonne, che sosteneva una copertura a cuspide perduta, posta in corrispondenza della camera sepolcrale.  Questa era raggiungibile attraverso un corridoio, oggi chiuso da una chiesa moderna.   La camera sepolcrale è a croce greca con bracci ricoperti con volte a botte, ed il riquadro centrale con volte a crociera, interrotto da lucernari; sono ancora visibili tracce di decorazione pittorica con motivi ed edicola a piastrine.  Sotto uno dei bracci si trova la camera ipogea con funzione sepolcrale, cui si accede tramite una botola, che inserita nel tamburo esterno, permetteva l'accesso alla zona superiore esterna tramite scalinate.

SAN TAMMARO - CE

antica denominazione :

frazione :

SAN TAMMARO - CE - biblioteca

SAN TAMMARO - CE - Carditello

SANT'ANGELO d'ALIFE - CE

antica denominazione :

frazioni :

SANT'ANGELO d'ALIFE - CE - biblioteca

SANTA MARIA a VICO - CE

antica denominazione :

frazioni :

SANTA MARIA a VICO - CE - biblioteca

SANTA MARIA a VICO - CE - santuario : Maria Santissima

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - prima del 1961 frazione del comune di Capua, con il nome di VILLA SANTA MARIA MAGGIORE.

SANTA MARIA CAPUA VETERE - anfiteatro : Campano (I° - II° secolo d.C.)

secondo per grandezza solo al Colosseo, in esso combattè Spartaco.

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - necropoli : località Quattordici Ponti

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - necropoli : località Fornaci

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - museo : dei Gladiatori

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - palazzo : Teti Maffucci

palazzo Teti costruito nel 1839 come residenza dell'avvocato Filippo Teti, costituisce un classico esempio di architettura locale dei primi dell'ottocento; successivamente il palazzo fu acquistato dalla famiglia Maffuccini.  Nel 1860 vi alloggiò Giuseppe Garibaldi ed il 2 novembre vi fu firmata la resa dei borbonici, come attesta una lapide all'esterno del palazzo, che si sviluppa su quattro livelli.  Per le peculiari caratteristiche architettoniche e per la sua ubicazione, l'intero immobile è sottoposto sia a vincolo archeologico, sia a vincolo architettonico.  L'intero complesso immobiliare consta di tre edifici adiacenti, di cui uno padronale e due di servizio e da un giardino.  Per anni il palazzo ha versato in totale stato di abbandono : l'ala sinistra era pericolante, il soffitto presentava svariate aperture che hanno rovinato l'affresco presente.  Al primo piano sono stati portati via i pavimenti ed i rivestimenti in marmo della scala che porta alla torre del palazzo dalla quale G. Garibaldi teneva il territorio sotto controllo, così come l'altare presente in una delle stanze.

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - santuario : Santa Maria Maggiore

SANTA MARIA CAPUA VETERE - CE - tomba : a Conocchia

SANTA MARIA la FOSSA - CE - biblioteca

SESSA AURUNCA - CE

antica denominazione : il nome SESSA deriva da "COLONIA  JULIA   FELIX   CLASSICA   SUESSA"

SESSA AURUNCA - CE - biblioteca

SESSA AURUNCA - CE - castello

SESSA AURUNCA - ce - criptoportico

SESSA AURUNCA - CE - necropoli VIII a.C.

SESSA AURUNCA - CE - santuario : Avvocata del Popolo

SESSA AURUNCA - CE - teatro

romano

SPARANISE - CE - biblioteca

SUCCIVO - CE

antica denominazione :

frazioni :

SUCCIVO - CE - biblioteca - corso Sicilia, 9

SUCCIVO - CE - castello : in frazione Teverolaccio

SUCCIVO - CE - museo : archeologico dell'agro atellano - via Roma, 7

la struttura venne realizzata tra il 1870 ed il 1872, nato come carcere poi utilizzato come sede della locale stazione dei Carabinieri ed infine nel 1991 con decreto venne istituito il museo che aprì al pubblico il 05 aprile 2002.

SUCCIVO - CE - torre in frazione Teverolaccio

TEANO - CE - fondata nel IV secolo a.C. come capitale del popolo dei Sedicini, TEANUM  SEDICINUM

TEANO - CE - anfiteatro

TEANO - CE - biblioteca

TEANO - CE - castello 

TEANO - CE - circo

TEANO - CE - mura : pre - romane

TEANO - CE - museo : di  "Teanum Sidicinum" (archeologico)

TEANO - CE - monastero : Santa Caterina

Fondato nel 1554 dalla principessa Clarice Orsini.

TEANO - CE - necropoli : Carrano

TEANO - CE - necropoli : Fondo Ruozzo

TEANO - CE - necropoli : Gradavola

TEANO - CE - necropoli : Orto Ceraso

TEANO - CE - necropoli : Torricelle

TEANO - CE - palazzo : Caracciolo

TEANO - CE - palazzo : De Vito Piscicelli

oggi seminario vescovile

TEANO - CE - santuario : Maria SS. delle Grazie

TEANO - CE - santuario : Santa Repara

TEANO - CE - strada : via Adriana (resti)

TEANO - CE - teatro : romano

di epoca imperiale, con capienza circa 10.000 persone

TEANO - CE - tempio : di Loreto, costruito nel II secolo

TEVEROLA - CE - biblioteca

TORA e PICILLI - CE - biblioteca

VAIRANO PATENORA - CE

frazioni :

* Abbadia della Ferrara

* Acquarelli

* Guardiole

* Marzanello

* Masseria Taverna Nuova

* Tramonti

* Vairano scalo

* Verdesca

VAIRANO PATENORA - CE

VAIRANO PATENORA - CE - dal nome latino di persona "VARIUS" a cui si aggiunge il suffisso "- ANUS", indicante possesso, Vairano significa : "terra di Vario" ,  Patenora, invece si riferisce alla pianura circostante scavata dal Volturno, che è detta "PATENARIA".

città di AUSTICOLA - sannita

VAIRANO PATENORA - CE - accampamento

età del bronzo

VAIRANO PATENORA - CE - biblioteca

VAIRANO PATENORA - CE - castello (XI secolo) -

VAIRANO PATENORA - CE - cinta : muraria - monte Montauro

resti

VAIRANO PATENORA - CE - porta : Castello o di Sant'Andrea

VAIRANO PATENORA - CE - porta : di Mezzo o di Mezzogiorno

VAIRANO PATENORA - CE - porta : Oliva

VAIRANO PATENORA - CE - taverna : della Catena

monumento storico situato nella frazione Scalo, presso il quale il 26 ottobre del 1860 sarebbe avvenuto lo storico incontro tra Giuseppe Garibaldi e Vittorio Emanuele II, passato alla storia con il nome di incontro di Teano che secondo la tradizione sarebbe avvenuto presso il ponte di Cajaniello, odierno ponte San Nicola, nella frazione di Borgonuovo (Teano). 

VALLE AGRICOLA - CE - biblioteca

VALLE di MADDALONI - CE - biblioteca

VILLA di BRIANO - CE - biblioteca

VILLA LITERNO - CE - biblioteca

VITULAZIO - CE - VITULACIUS, VITULACCIO

VITULAZIO - CE - biblioteca : Lagnese Pietro - via Pietro Lagnese, 24

VITULAZIO - CE - casino : di caccia dei Borbone

realizzato a forma di torre nei primi anni dell'ottocento dai Borbone di Napoli

VITULAZIO - CE - palazzo : Capece Galeota (sec. XIX) - località Tutuni.

VITULAZIO - CE - villa : Rotondo (sec. XIX)